Covid, peggiora il rapporto tra positivi e abitanti in Calabria

Secondo il monitoraggio settimanale elaborato dalla Fondazione Gimbe sono 607 ogni 100mila abitanti i casi attualmente positivi

Peggiora ancora, nella settimana che va dal 31 marzo al 6 aprile, l’indicatore relativo ai “Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti” che si assesta a 607 sul territorio regionale. A rivelarlo è il monitoraggio settimanale elaborato dalla Fondazione Gimbe attraverso l’analisi che tiene conto  dell’andamento dell’epidemia, delle forniture e della somministrazioni dei vaccini. Oltre la soglia di saturazione, sempre nello stesso lasso di tempo preso in esame, i posti letto in area medica occupati al 47% della capacità, da pazienti affetti da Covid-19. I posti di terapia intensiva, riservati ai pazienti più gravi e con maggiori difficoltà sono occupati al 24%, ancora al di sotto della soglia di saturazione. Per quanto riguarda, invece, il capitolo vaccini, la percentuale di popolazione calabrese che ha completato il ciclo è pari al 5,6% (la media nazionale è al 6%); per categorie quella degli over80 che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 32,7% (media nazionale 36,8%); mentre tra i 70-79enni ha completato il ciclo vaccinale il 3,7% del totale, percentuale più alta del Paese dove la media nazionale si attesta sul 2,2%.