A Monterosso partono le ripresa del corto “Amelia” di Enzo Carone

Il comune vibonese ospiterà le ripresa del corto che racconta la storia di una madre coraggio. Il film sarà interamente girato in dialetto

Monterosso Calabro teatro delle riprese del corto “Amelia” del regista Enzo Carone. Inizieranno venerdì 9 aprile e andranno avanti fino a mercoledì 14 aprile le riprese del cortometraggio che verrà girato interamente nel comune vibonese. L’opera narra la storia di una madre coraggio con una figlia “particolare”. Moglie di ndranghetista, la donna si trova a lottare con tutti i problemi che la situazione comporta. Il film, interamente girato in dialetto calabrese, sarà ricco di colpi di scena. Il cast tecnico sarà di altissimo livello e vanterà le maggiori personalità del panorama cinematografico calabrese, tra cui il direttore della fotografia, Demetrio Caracciolo, la costumista Manuela Capalbo, il fonico, Giuseppe Calabrò. Di pari livello gli attori, tra i quali si annoverano Annalisa Insardà, Costantino Comito, Francesca Pecora e Max Barresi, quest’ultimo anche scenografo. La produzione è di Cine Film Calabria, in collaborazione con Adap Reggio Calabria e con il Comune di Monterosso Calabro.

Monterosso Calabro sarà quindi teatro delle riprese: “Sarà un’opportunità, in tempo di covid, per gli artisti e per l’economia del luogo, nonché per la conferma turistica del borgo – ha affermato il sindaco, Antonio Giacomo Lampasi – infatti, in questo periodo di pandemia e di crisi, promuovere opere artistiche rappresenta una luce verso il futuro. Monterosso e l’arte non si fermano, sono determinate a guardare avanti, a crescere ben oltre l’emergenza. Tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anticontagio: il cast sarà sottoposto a tampone dal dottor Antonio Talesa, responsabile Suem118 Calabria Centro, che metterà a disposizione gratuitamente la sua professionalità”