Coronavirus a Vibo, la disperazione dei ristoratori: “Non ce la facciamo più” (VIDEO)

Protesta davanti alla Prefettura. “Per sopravvivere non ci resta che violare la legge ed aprire indipendentemente dalle disposizioni”

“Non ce la facciamo più, alla fine siamo solo noi a pagare il conto della pandemia. Non ha senso tenere i ristoranti e i bar chiusi perché si temono assembramenti che poi vediamo nei parchi o nei supermercati”. Sono alcuni dei commenti dei ristoratori che si sono ritrovati questa mattina davanti alla prefettura di Vibo Valentia. Alla manifestazione è stato presente anche un gruppo di commercianti del settore dell’abbigliamento. La disperazione è evidente: “Siamo stati dimenticati. Per sopravvivere siamo quasi costretti a violare la legge. Abbiamo esigenza di mantenere le nostre famiglie. Non riusciamo nemmeno più a pagare le bollette della luce”.

Insomma, una discesa continua verso il baratro con delle perdite che non sono minimamente coperte dai ristori previsti dal Governo.