Rifiuti pericolosi a Porto Salvo, interrogazione Vibo Democratica: “Quando verranno rimossi?”

I consiglieri Marco Miceli e Giuseppe Policaro chiedono risposte al sindaco Limardo: “Rimuovere i rifiuti il prima possibile per valutare un’eventuale contaminazione”

Il gruppo consiliare “Vibo Democratica”, formato dai consiglieri comunali Marco MiceliGiuseppe Policaro, ha presentato un’interrogazione al sindaco Maria Limardo per sapere “quali azioni sta intraprendendo o intende intraprendere affinchè i rifiuti vengano rimossi nel più breve tempo possibile per consentire anche, per come previsto dalle normative vigenti, l’apertura dell’apposito procedimento tecnico-amministrativo qualora il sito risultasse potenzialmente contaminato“.

L’interrogazione arriva all’indomani della seduta pubblica della terza Commissione, avvenuta ieri, in cui i tecnici dell’Arpacal hanno riferito che il sito è sicuro dal punto di vista radioattivo ma che, per poter valutare eventuali superamenti nel terreno della soglia di contaminazione, è necessario prima rimuovere dall’area tutti i rifiuti presenti (speciali e pericolosi, come pneumatici fuori uso, eternit e materiale ferroso, nonché molte “ecoballe” stoccate all’interno di capannoni).

Nel testo dell’interrogazione, che verrà discussa in aula il prossimo lunedì da Marco Miceli, si ricorda che “con ordinanza del 23 dicembre 2020 il Comune di Vibo Valentia ha disposto nei confronti dell’amministratore unico, e proprietario dei beni immobili, di provvedere urgentemente e comunque non oltre 60 giorni alla rimozione dei rifiuti presenti nell’area e di ripristinare lo stato dei luoghi”. Il proprietario dei beni nell’area della ex Cgr, però, “non sembrerebbe aver ancora ottemperato all’ ordinanza del Comune, e pertanto, il Comune dovrebbe provvedere alla rimozione e smaltimento dei rifiuti presenti, procedendo all’esecuzione in danno del soggetto obbligato”.

LEGGI ANCHE | Discarica radioattiva nell’ex Cgr, Limardo e Arpacal: “Il posto è totalmente sicuro”… forse