Lamezia, la movida cambia orario pur tra mille difficoltà (VIDEO)

Locali aperti durante il giorno e chiusi la sera con avventori costretti a cambiare le proprie abitudini. Ma i disagi non mancano

Abitudini che cambiano in tempo di pandemia. Con coprifuoco alle 22 e locali chiusi dopo le 18, le alternative per chi voglia trascorrere del tempo fuori, prendere un caffè al bar o un aperitivo con gli amici, sono poche e non resta che adattarsi ai nuovi orari e ai nuovi “stili di vita”.

Solitamente affollate a partire non prime delle 22, le vie della movida a Lamezia Terme cominciano a popolarsi già a ridosso dell’ora di pranzo, specie nel fine settimana. Quando le condizioni meteo sono clementi e il sole lo permette ecco che pub, ristoranti e bar allestiscono i propri tavoli all’esterno e si attrezzano per ricevere i propri clienti.  Niente più cene, ma colazioni, aperitivi e pranzi fuori. Tanti giovani, ma anche famiglie. Gente stanca di stare a casa, desiderosa di riprendersi un po’ di libertà e concedersi qualche attimo di svago. Il tutto nel pieno rispetto delle norme anti-covid.

Le abitudini cambiano ma le difficoltà per i gestori dei locali non mancano. L’affluenza, e di conseguenza i guadagni, non potranno mai essere paragonabili a quelli che si facevano prima della pandemia. Qualcosa in più si riesce a racimolarla nei weekend, ma si tratta sempre di palliativi. È il momento di stringere i denti, di rimboccarsi le maniche e darsi da fare…in attesa di tempi migliori.