Operazione “Basso Profilo”, si dimette la presidente dei Giovani Industriali di Crotone

Secondo gli inquirenti avendo avuto un ruolo centrale nell’interfacciamento tra mondo imprenditoriale, politico e criminale

“Non c’è stato bisogno di attuare i protocolli rigidissimi che fanno riferimento al codice etico perché la Giglio si è dimessa prima. In una cornice di garantismo dobbiamo avere totale fiducia nella magistratura e fare in modo che la giustizia compia il suo corso”.

Queste le parole di Aldo Ferrara, presidente di Unindustria Calabria, che nel corso della trasmissione televisiva Buongiorno Regione, in onda su Rai 3, ha annunciato le dimissioni della presidente dei Giovani Industriali di Crotone, Glenda Giglio.

La Giglio, infatti, è stata coinvolta nell’operazione “Basso Profilo”, secondo gli inquirenti avendo avuto un ruolo centrale nell’interfacciamento tra mondo imprenditoriale, politico e criminale, e attualmente si trova ai domiciliari. Sempre in base all’accusa, sarebbe stata “a completa disposizione” di Antonio Gallo, ed avrebbe avuto un ruolo attivo nella ricerca e nella bonifica ambientale, tramite la ricerca di microspie e cimici.