Furti di auto e in appartamenti nel Vibonese, chiuso il cerchio su 26 indagati

Fissata la data dell’udienza preliminare, con il Gup che dovrà decidere sul rinvio a giudizio in merito a una serie di furti effettuati nella “Costa degli dei”

Si terrà il prossimo 12 marzo 2021, al Tribunale “vecchio” di Vibo Valentia, l’udienza preliminare del Gup Marina Russo in merito ai 26 indagati dell’operazione “Apate” – la dea dell’inganno – riguardo le accuse di riciclaggio di auto e furti in abitazione a Tropea, nel Vibonese. Gli investigatori hanno infatti ricostruito una rete di persone che avrebbe rubato le auto in meno di un minuto per poi rivenderle su internet, colpendo soprattutto i turisti per evitare di “pestare i piedi” a qualcuno. Ma non solo: anche furti in appartamenti e villette di residenti, aspettando che piovesse o che i proprietari andassero ad un matrimonio, per poi rivendere la refurtiva. A scoprirlo la Procura di Vibo Valentia, grazie all’attività dei carabinieri di Tropea, che alle prime luci dell’alba del 5 ottobre 2020 aveva eseguito 16 misure cautelari nella località turistica della “Costa degli dei”.

Gli indagati.
Davanti al giudice, che dovrà decidere sul rinvio a giudizio, dovranno comparire: Gerardo Accorinti, 36 anni, di Tropea; Salvatore Albanese, 55 anni, di Tropea; Vincenzo Giacomo Albanese, 26 anni, di Tropea; Simona Artesi, 42 anni, di Ricadi; Francesco Antonio Campennì, 46 anni, di Nicotera; Francesco Carone, 41 anni, di Tropea; Salvatore Carone, 40 anni, di Tropea; Francesco Cortese, 49 anni, di Tropea; Francesco De Benedetto, 35 anni, di Tropea; Giovanni Di Bartolo, 22 anni, di Rosarno; Salvatore Guglielmo Direnzo, 68 anni, di Mileto; Daniela La Rosa, 39 anni di Tropea; Aldo Mangialavori, 42 anni, di Rombiolo; Francesco Mazzitelli, 39 anni, di San Calogero; Anna Maria Paparatto, 21 anni, di Ricadi; Antonio Paparatto, 49 anni, di Ricadi; Carmelo Salvatore Piserà, 41 anni, di Filandari; Francesco Pititto, 51 anni, di Rosarno; Gabriele Prestia, 43 anni, di Vibo Marina; Filippo Saragò, 38 anni, di Tropea; Francesco Saragò, 35 anni, di Tropea; Romanina Scordamaglia, 55 anni, di Ricadi; Gaetano Stilo, 48 anni, di Cormano (Milano); Francesco Vallone, 23 anni, di Zungri; Pierino Vallone, 54 anni, di Zungri; Silvana Zaccaro, 55 anni, di Tropea.

Le parti offese.
Tra le parti offese 6 persone e le società Avis di Lamezia Terme, Sicily by car, Herzt Fleet Italiana e Leasys Spa.

Il collegio difensivo.
Il collegio difensivo è formato dagli avvocati: Giuseppe Di Renzo, Sandro D’Agostino, Guido Contestabile, Francesco Schimio, Giovanni Vecchio, Roberto Filocamo, Maria Bagnato, Giosuè Monardo, Francesco Muzzopappa, Patrizio Cuppari, Mario Ferraro, Letterio Rositano, Carmine Pandullo e Francesco Sabatino.

LEGGI ANCHE | Furti di auto e in appartamenti nel Vibonese: “Grave danno al territorio, aumentate le assicurazioni” (VIDEO)

LEGGI ANCHE | Tropea, riciclaggio di auto e furti in abitazione: sedici misure cautelari (NOMI-VIDEO)

 



In questo articolo: