Coniugi brutalmente uccisi in campagna: arrestato un parente delle vittime (VIDEO)

La coppia era stata assassinata con diversi colpi di fucile circa un mese fa, il 9 dicembre, in provincia di Reggio Calabria

Alle prime luci dell’alba di oggi, 11 gennaio, a conclusione delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, i carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni e del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Reggio Calabria a carico del soggetto ritenuto responsabile dell’efferato duplice omicidio dei coniugi Giuseppe Cotroneo, 58 anni, e Francesca Musolino, 51 anni, verificatosi a Calanna circa un mese fa, il 9 dicembre.

L’arrestato è Francesco Barillà, ritenuto appunto responsabile dell’aver brutalmente freddato a colpi di fucile, nelle campagne del paese dove stavano raccogliendo le olive, i due coniugi. L’uomo sarebbe un parente delle vittime, proprietario di un terreno confinante. La coppia era stimata e ben voluta in paese, e sin da subito era apparso un omicidio lontano da ambienti criminali.

Orrore in campagna, coppia di coniugi freddata a fucilate