Coronavirus in Calabria, 444 nuovi casi ed altre 5 vittime

I ricoverati in reparto sono 433  (+7), quelli in Terapia Intensiva 47 (+2). I guariti dall’inizio dell’emergenza sono 3616 (+169), mentre i deceduti 222 (+5).

Sono 444 i nuovi casi di Covid registrati nella giornata odierna in Calabria. Cinque le vittime registrate nelle ultime 24 ore. I ricoverati in reparto sono 433  (+7), quelli in Terapia Intensiva 47 (+2). I guariti dall’inizio dell’emergenza sono 3616 (+169), mentre i deceduti 222 (+5). I tamponi eseguiti nell’ultimo giorno sono stati 2426. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 136, Catanzaro 59, Crotone 67, Vibo Valentia 33, Reggio Calabria 149.

Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

– Cosenza: CASI ATTIVI 3.101 (117 in reparto AO Cosenza; 16 in reparto al presidio di Rossano e 11 al presidio ospedaliero di Cetraro; 16 in terapia intensiva, 2.941 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 828 (732 guariti, 96 deceduti).
– Catanzaro: CASI ATTIVI 1.520 (76 in reparto; 20 in terapia intensiva; 1.424 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 595 (547 guariti, 48 deceduti).
– Crotone: CASI ATTIVI 893 (53 in reparto; 840 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 273 (267 guariti, 6 deceduti).
Vibo Valentia: CASI ATTIVI 666 (14 ricoverati, 652 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 161 (149 guariti, 12 deceduti).
– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 3.521 (120 in reparto; 26 P.O di Gioia Tauro; 11 in terapia intensiva; 3.364 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 1.853 (1.794 guariti, 59 deceduti).
– Altra regione o stato estero: CASI ATTIVI 357 (357 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 128 (127 guariti, 1 deceduto).

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 73.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile.