Vibo, montagna di spazzatura allo “Jazzolino” in piena emergenza sanitaria (VIDEO)

Neanche una pandemia riesce a evitare l’accumulo di rifiuti, a due passi dalle ambulanze parcheggiate, nel principale ospedale della provincia

Una vera e propria montagna di spazzatura all’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia. In piena emergenza sanitaria, quando più che mai servirebbe attenzione all’igiene pubblica, nella parte posteriore della struttura, dove si trova l’obitorio, decine e decine di sacchi si trovano ammassati a due passi dalle ambulanze parcheggiate (come si vede nel video, ndr).

Gli ormai noti problemi di conferimento in discarica dell’indifferenziato, che hanno portato alla mancata raccolta per circa tre settimane, ha creato disagi anche alle grandi utenze. E una volta ripresi i conferimenti l’Amministrazione – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Vincenzo Bruni – ha dato priorità alle utenze private per “ripulire la città”. Già dai prossimi giorni però, assicura, si inizierà a smaltire quella montagna di rifiuti.

In situazioni del genere – sottolinea però Bruni – è sempre colpa di tutti“. Facendo riferimento al fatto che nella struttura ospedaliera c’è stata “una mancata attenzione a differenziare correttamente”, producendo quindi un maggior numero di indifferenziato, al punto che nella “montagna” in questione sono stati accumulati indistintamente “sia rifiuti speciali che rifiuti indifferenziati ordinari”. Colpa “di tutti” che, però, non elimina il fatto: in piena emergenza Covid un’indecorosa barriera di spazzatura viene lasciata nei pressi del principale ospedale della provincia. È in questo modo che viene garantita la sicurezza sanitaria dei cittadini?