Pensionata di Pizzo truffata da un falso avvocato: denunciati due napoletani

I fatti risalgono a maggio 2018. La donna, una 80enne del Vibonese, era stata convinta con un inganno a consegnare 2mila euro a un sedicente legale

La vicenda risale a maggio 2018. Un’ottantenne di Pizzo, nel Vibonese, era stata raggirata da un falso avvocato che per telefono le aveva detto che sua figlia era in stato di fermo e, per questo, era necessario pagare una cauzione. Così l’uomo si era presentato a casa sua e aveva preso il denaro che la pensionata aveva in casa: circa 2mila euro. Solo quando ormai era troppo tardi, sentendo telefonicamente la figlia, la donna aveva capito di essere stata truffata.

Adesso, dopo poco più di due anni, i carabinieri sono riusciti a chiudere le indagini e hanno denunciato due uomini napoletani, con precedenti, che dovranno rispondere di truffa. Pur dovendo aspettare i tempi non certo brevi dei tribunali, quindi, l’anziana donna può iniziare ad avere giustizia contro coloro che non si sono fatti scrupoli ad ingannarla per privarla dei suoi risparmi.