Coronavirus in Italia, aumentano morti (+89) e positivi (+10.874). Boom di terapie intensive (+73)

In netta crescita anche il numero dei tamponi che nella giornata odierna sfiorano i 145mila. Contagi in calo in Toscana, Emilia-Romagna, Veneto e Marche. Crescono in Lazio

Come ogni giorno intorno alle 17, è arrivato il bollettino sul Coronavirus in Italia: oggi si sono verificati 89 morti e 10874 nuovi contagi. Le cifre certificano una diminuzione dei nuovi casi in Emilia-Romagna, Veneto, Toscana e Marche. In aumento invece i contagi in Lazio: +1.224 mentre ieri erano stati + 939. In diminuzione il rapporto positivi-tamponi, mentre le terapie intensive sono 73 in più di ieri.

Ieri, a livello nazionale, c’è stato un calo nella curva dei contagi (ma con quasi 50mila tamponi in meno).

Mentre dal premier Conte arriva una parola si speranza (“Possibile vaccino già ai primi di dicembre”), il tema di oggi sono le restrizioni a livello locale. Particolarmente critica appare la situazione in Campania, dove il governatore Vincenzo De Luca chiede al governo di indire il coprifuoco da venerdì alle 23, con la stessa procedura con cui la Lombardia ha avanzato la proposta ieri (a partire da giovedì). De Luca finisce nel mirino del sindaco di Napoli De Magistris: “Penso ci siano stati errori molto gravi della Regione e non è uno scaricabarile, i numeri parlano da soli”.

CONTINUA A LEGGERE QUI