Coronavirus, due comuni calabresi diventano zona rossa

Si tratta di Celico e Casali del Manco in provincia di Cosenza

Saranno chiusi dalla mezzanotte i comuni di Celico e Casali del Manco, in provincia di Cosenza. La decisione del presidente facente funzioni della Regione Nino Spirlì è arrivata dopo che il 13% di persone sottoposte a tampone è risultato positivo. Il numero di casi pare sia collegato al tribunale di Cosenza, dell’Azienda ospedaliera e del matrimonio di Rende.

Disposta la sospensione di tutte le attività commerciali, produttive, scolastiche, ad eccezione di quelle ritenute essenziali, secondo quanto già previsto dalle disposizioni nazionali e regionali in tema di lockdown. “Sono consentiti unicamente – spiega ancora il dispositivo – gli spostamenti ritenuti essenziali; l’attraversamento dei comuni interessati dal presente provvedimento, senza possibilità di sosta mentre tutte le attività consentite e indifferibili, devono sempre essere svolte con l’utilizzo delle precauzioni di distanziamento previste, le misure igieniche indicate e con l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale”.