Anastasi: “La Calabria è in lutto e c’è già chi chiede voti”

Il consigliere regionale di “Io resto in Calabria” denuncia: “In queste ore più che mai serve serietà e senso di responsabilità”

“È davvero squallido quanto sta avvenendo in queste ore ed è anche difficile parlarne mentre tutta la Calabria si unisce e si commuove nell’ultimo saluto alla presidente Jole Santelli. Ma credo che certe cose vadano sempre e comunque denunciate perché la Calabria non può più essere piegata alle vecchie logiche di ricerca del consenso ad ogni costo. Accade – dichiara Marcello Anastasi, capogruppo di “Io resto in Calabria” in consiglio regionale – che ci sia già qualcuno che chiede voti alle persone pensando che una tragedia possa essere usata come occasione per riconquistare posti di potere e privilegi. Tutto ciò è inaccettabile”.

Aggiunge Anastasi: “La Calabria ha davanti a sé un periodo molto difficile da affrontare ed è necessario che ognuno faccia la propria parte prendendo coscienza della situazione di incertezza in cui tutti noi ci troviamo. In queste ore più che mai serve serietà e senso di responsabilità. I calabresi pretendono che chi ricopre o aspira a ricoprire cariche istituzionali si occupi solo dei loro problemi quotidiani e non daranno alcuno spazio al cinismo di chi, mentre un’intera regione è in lutto, già pensa a come poter ritornare in pista per accaparrarsi una poltrona”.