Coronavirus, Stefanaconi resta zona rossa fino al 30 settembre

Prorogata la disposizione con la quale si vieta a chiunque, salvo giustificati motivi, di entrare o uscire dal paese

Resta zona rossa il comune di Stefanaconi. Quello che si è presentato nei giorni scorsi come l’unico focolaio del Vibonese rimarrà chiuso fino alla mezzanotte di mercoledì 30 settembre. Dunque, viene prorogata la misura che già era stata assunta dalla Regione con un’ordinanza apposita. A Stefanaconi, infatti, sono stati effettuati circa mille tamponi dei quali si attende ancora l’esito che sarà determinante in vista della riapertura. Il sindaco ha confermato che sono negativi 200 tamponi tra quelli effettuati.

“Speravamo di poter concludere tutto alla mezzanotte di oggi – ha detto il primo cittadino Salvatore Solano nel videomessaggio appena concluso – ma dobbiamo prorogare la chiusura fino a quando non abbiamo una mappatura completa di tutti gli screening”. Nel centro alle porte di Vibo, così come anche nella vicina Sant’Onofrio, resteranno chiuse anche le scuole. Al momento sono quattordici i contagiati, tre dei quali in ospedale.