Vibo, questione rifiuti. Il Comune ai cittadini: “Differenziamo. Presto porta a porta per tutti” (VIDEO)

L’invito dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Limardo: “Collaboriamo per migliorare insieme. Vogliamo una città pulita”

L’amministrazione comunale di Vibo Valentia ha inteso spronare ancor più i cittadini sulla questione rifiuti con l’obiettivo di arrivare ad una gestione più funzionale dell’intero sistema legato alla raccolta differenziata. Lo ha fatto nel corso di una conferenza stampa convocata dal sindaco Maria Limardo, quest’ultima coadiuvata dal vicesindaco Domenico Primerano, dall’assessore all’Ambiente, Vincenzo Bruni, dalla dirigente Adriana Teti.

Non solo l’incontro con i giornalisti, ma anche la diretta facebook per sensibilizzare i cittadini ad una maggiore collaborazione nella gestione della differenziata.

Numeri in crescita. “Le percentuali ci confortano – ha sottolineato Bruni – per il lavoro fatto finora dagli uffici del settore Ambiente, un lavoro costante che ha portato ad una crescita nei numeri della percentuale della raccolta differenziata arrivati al 66%. C’è ancora da sistemare molto e dobbiamo sempre considerare le difficoltà di conferimento. Punteremo ad intensificare i controlli ed entro fine mese installeremo altre 12 telecamere. La città non soffre grandi emergenze, non è una pattumiera. Dobbiamo continuare così”.

Il decoro urbano. “Saremo puntuali e vigili sull’attività di spazzamento – ha proseguito l’assessore all’Ambiente – ordinaria prevista da capitolato. E’ invece più complesso il tema dello scerbamento che prevede tempi più lunghi, ma abbiamo già iniziato in vista del Festival “Leggere&Scrivere”.

Porta a porta in tutta la città. C’è da superare le criticità relative ad almeno tre macro aree diventate nel tempo delle vere e proprie discariche: Contrada Vaccaro, Contrada Cocari, Via Pasolini. “Verranno consegnati i mastelli in quelle zone con un porta a porta da fare in maniera continua”. Così l’assessore Bruni.

Obiettivo “tariffa puntuale”. “L’obiettivo è arrivare nel corso dei prossimi mesi al concetto che ognuno paga quello che produce – ha sottolineato il sindaco Limardo – e per noi rappresenta un obiettivo strategico. Ci vorrà del tempo, ma ci crediamo”.