Vibo, ricorso contro nomina di un dirigente medico: giudice dà ragione all’Asp

Il Tribunale ha respinto le accuse stabilendo in favore dell’azienda sanitaria, che si era costituita parte civile nel procedimento, un risarcimento di 3500 euro

L’Asp di Vibo Valentia aveva nominato, nei primi mesi del 2020, il dirigente dell’unità di Igiene e Sanità pubblica. La nomina non era andata giù a un medico vibonese che aveva presentato ricorso contro il provvedimento denunciando abusi e irregolarità, in quanto, sosteneva, avrebbe dovuto essere lui il beneficiario dell’incarico.

Qualche giorno fa è arrivata la sentenza del Giudice del Lavoro che ha respinto il ricorso e ha stabilito in favore dell’azienda sanitaria vibonese – che si era costituita parte civile nel procedimento – un risarcimento di 3500 euro, riconoscendo la bontà e la trasparenza dell’azione amministrativa dell’Ente.