Si respira ancora il profumo d’estate a Capo Vaticano (VIDEO)

Tanti italiani ad agosto a Grotticelle ed in questi giorni ancora molti i turisti presenti, nonostante il degrado e la spazzatura. Le voci di operatori e vacanzieri

Un’estate ormai agli sgoccioli, un’estate anomala, particolare, con tante incertezze per operatori e vacanzieri, ma un’estate che comunque è riuscita a superare in qualche modo le previsioni fosche della primavera scorsa quando, in piena emergenza Coronavirus si pensava, che potesse andare, come si suol dire, tutto a gambe all’aria.

A Capo Vaticano, terra bellissima, caratterizzata da spiagge stupende e paesaggi mozzafiato, in quest giorni di metà settembre ci sono ancora turisti e vacanzieri che si stanno godendo le ferie lontani dalla calca agostana. Italiani, ma anche qualche straniero, si sta godendo il sole e le temperature ancora estive.

Una Capo Vaticano che ha resistito, che ha goduto anch’essa, almeno nel mese di agosto, del turismo di casa, di quei tanti italiani che hanno scelto il Belpaese e la Calabria, invece di andare all’estero.

“Possiamo trarre un bilancio positivo – afferma l’operatore turistico Roberto Incoronato – perchè c’è stata una fascia di italiani che ha riscoperto le bellezze italiane, quegli italiani che preferivano l’estero e che invece hanno scelto di conoscere meglio i nostri splendidi posti. Siamo riusciti e stiamo riuscendo anche in questi giorni a lavorare e per ora personalmente sono soddisfatto della nostra campagna estiva”.

Una Capo Vaticano che però è stata invasa dalla spazzatura con immagini eloquenti provenienti dalle spiagge di Grotticelle e Formicolì, una situazione incandescente e che ha fornito una brutta immagine a turisti calabresi ed italiani che hanno scelto, soprattutto ad agosto, di trascorrere almeno qualche ora a Capo Vaticano. Anche in questi giorni sono presenti cumuli di rifiuti ed in generale si evidenzia la poca cura del decoro urbano, vedasi la strada che porta alla piazzetta del Belvedere di Capo Vaticano. Una situazione di degrado sottolineata anche da alcuni turisti colpiti positivamente dalle bellezze naturali, ma anche dalla spazzatura e dal problema legato alla viabilità.