Consiglio regionale, crollo del tetto dell’auditorium: sono 30 gli indagati

Tra le parti offese individuate dalla Procura della Repubblica c’è anche lo stesso Consiglio regionale della Calabria. Notificati gli avvisi di garanzia

Sono trenta gli indagati nell’inchiesta della Procura di Reggio Calabria sul crollo del tetto dell’auditorium “Nicola Calipari” al Consiglio regionale della Calabria avvenuto il 31 luglio scorso. Prima di procedere con il conferimento dell’incarico al perito, che avverrà il prossimo 22 settembre, la squadra mobile reggina ha notificato gli avvisi di garanzia su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, dell’aggiunto Gerardo Dominijanni e del pm Andrea Sodani. Un “atto dovuto” per consentire la nomina di un consulente di parte ai trenta indagati, tra cui due ex segretari generali di palazzo Campanella, alcuni dipendenti del Consiglio regionale e titolari delle imprese che, dal momento della costruzione della sala Calipari fino al crollo, hanno avuto un ruolo nei vari lavori.

Tra le parti offese individuate dalla Procura della Repubblica c’è anche lo stesso Consiglio regionale della Calabria