Inserimento dei detenuti nel mondo del lavoro: il progetto presentato a Vibo

Convenzione stipulata tra la Caritas Diocesana, la Direzione della Casa Circondariale e l’Ente Scuola Edile

Si è svolto nella sala polivalente della Casa Circondariale di Vibo Valentia l’incontro per la presentazione di un progetto rivolto a 10 detenuti ristretti nella Casa circondariale vibonese.

A seguito di convenzione stipulata tra la Caritas Diocesana sede di Vibo Valentia, finanziatrice del progetto, nella persona del vice direttore Antonio Morelli, la Direzione della Casa Circondariale, nelle persone del direttore Angela Marcello e del Comandante Domenico Montauro, e l’Ente Scuola Edile province di Cz, Kr e VV, nella persona di Giuseppe Caputo (presidente) e di Enzo Scalese (vice presidente), i detenuti saranno impegnati in un percorso di formazione, che offrirà loro l’opportunità di acquisire un titolo spendibile nel mondo del lavoro.

In un periodo di emergenza come quello appena trascorso, Paolo Blandino (direttore dell’Ente Scuola Edile) e la Responsabile dell’Area Trattamentale, Chiara La Cava, hanno continuato ad operare in sinergia per la concretizzazione del progetto a favore dei detenuti.

Il progetto è stato fortemente voluto dal vice direttore della Caritas, Antonio Morelli, che ormai da anni offre supporto umano alla popolazione ristretta nel carcere di Vibo Valentia, e ha trovato la piena disponibilità del direttore del penitenziario.

Intento della Caritas, afferma Morelli, è “spianare la strada, offrire opportunità concrete”.
Il presidente dell’Ente Scuola, Giuseppe Caputo, nel porgere i saluti e nel ringraziare i soggetti coinvolti nel progetto, ha rimarcato il ruolo chiave ricoperto dall’Ente Scuola nel settore edile e l’importanza di coniugare le attività lavorative con la sicurezza.

E’ intervenuto successivamente il direttore dell’Ente Scuola di Catanzaro-Crotone e Vibo Valentia, Paolo Blandino, che ha illustrato ai presenti i contenuti del progetto formative che consentirà ai partecipanti di acquisire le nozioni di base fondamentali per l’accesso ai cantieri edili e le abilità necessarie per l’attività di montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi. Sarà un percorso formativo di 52 ore che verrà erogato presso la casa circondariale di Vibo Valentia nel mese di settembre e che rappresenta un importante biglietto da visita spendibile dai partecipanti, una volta ritornati in libertà, per poter rientrare con più facilità nel mondo del lavoro.