Crotone, Danilo Arcuri sarà il candidato del centrosinistra

Il portavoce del circolo dem cittadino Carmine Talarico: “Non è un candidato neutro ma è un uomo del Pd, avendo la tessera del partito da tempo”

È Danilo Arcuri, 56 anni, presidente dell’ordine provinciale degli architetti di Crotone, il candidato sindaco alle elezioni comunali di Crotone dell’alleanza composta dal Pd cittadino, dai Democratici progressisti e dalle liste di Crotone in Movimento (almeno quattro) che fanno capo a Enzo Sculco, leader del movimento Demokratici. A presentare la candidatura di Arcuri sono stati la consigliera regionale di Dp Flora Sculco, la segretaria del Pd di Crotone Antonella Stefanizzi ed il portavoce del circolo dem cittadino Carmine Talarico.

Riaprire i cantieri. “Crotone città di tutti – ha detto Arcuri – non è solo uno spot, ma è un programma elettorale che mette al centro Crotone, i suoi bisogni e propone le soluzioni per i suoi problemi. In questa fase da dopoguerra il modo per ridare ossigeno all’economia è aprire tutti i cantieri dei lavori pubblici”. Nel corso dell’incontro si è parlato della spaccatura con il Pd provinciale guidato dal commissario Franco Iacucci che sta lavorando su un’altra coalizione.

Arcuri uomo del Pd. “Arcuri – ha spiegato Talarico – non è un candidato neutro, ma è un uomo del Pd avendo la tessera del partito da tempo”. Antonella Stefanizzi ha precisato: “Il Pd di Crotone oggi è qui perché sono qui la segreteria e la segretaria eletti democraticamente dall’assemblea del partito”. Flora Sculco, unica eletta crotonese in Consiglio regionale nelle liste dei Dp, ha ribadito che “l’alleanza con il Pd cittadino è stata naturale dopo le elezioni regionali. E quando gli amici del Pd ci hanno proposto Arcuri abbiamo subito condiviso la scelta. Siamo convinti che è l’uomo giusto per guidare Crotone nei prossimi cinque anni in una fase critica. Da altre parti sentiamo proteste e non proposte. Noi puntiamo sulla serietà, la compostezza e la linearità”.