Tragedia della strada sulla Statale 106, due vittime: indagate tre persone

L’autopsia è stata disposta soltanto per una delle due vittime. L’incarico sarà conferito domani

Tre persone sono indagate per il tragico incidente costato la vita al 31enne lametino Luigi Peluso e al suo collega Salvatore Fiumara, 61enne di Vena di Maida avvenuto mercoledì a Cropani Marina lungo la Statale 106 jonica.

Le decisioni della famiglia della vittima lametina sono state rese note in un comunicato: “Attraverso il consulente personale Giuseppe Cilidonio, si sono affidati a Studio3A-Valore, società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, per essere assistiti sia nell’iter risarcitorio sia nel procedimento penale per omicidio stradale aperto dalla Procura di Catanzaro per il tramite del Pubblico Ministero Domenico Assumma, che li vede parti offese. Il sostituto procuratore, anche come atto dovuto per consentire loro di nominare eventuali consulenti di parte, ha iscritto nel registro degli indagati tre persone”.

“Il Pm – aggiungono – non ha ritenuto necessario procedere con l’autopsia sulla salma di Peluso, dando già il nulla osta per i funerali, ma l’ha invece disposta per Fiumara unitamente a un esame esterno su due dei tre indagati, ossia gli altri occupanti della vettura che sono sopravvissuti, con l’obiettivo di accertare con sicurezza chi fosse effettivamente alla guida del veicolo. A tal scopo il dottor Assumma ha incaricato come proprio consulente medico legale la dottoressa Isabella Aquila: l’incarico sarà conferito lunedì 3 agosto, alle 12, presso il Palazzo di Giustizia di Catanzaro”.