Scuole e campi estivi a Vibo, Forza Italia risponde al Pd: “Ritardi colpa del Governo”

Secondo Forza Italia il “Governo dei balocchi” naviga a vista “e la sua preoccupazione è delegare la responsabilità ai livelli di governo più vicini ai cittadini, i Comuni”

In riferimento alla nota del Partito Democratico Vibonese contro l’Amministrazione Limardo in merito alle problematiche dei centri estivi e della riapertura delle scuole, il gruppo di Forza Italia di Vibo Valentia sottolinea che “solo in data 31 luglio, cioè ieri, il Governo ha emanato le linee guida per la fascia 0-6 anni (infanzia) di competenza comunale, indicazioni necessarie per le strutture che offrono servizi educativi per i più piccoli, alle scuole dell’infanzia, ai territori, ma anche ai vari operatori e alle famiglie, per predisporre una ripresa delle attività in presenza e in sicurezza, assicurando la qualità dell’esperienza educativa e formativa dei bambini”.

Ritardo del Governo. “Pertanto – continua Forza Italia – se c’è un ritardo, e c’è, è imputabile solo al Governo nazionale che in tutta questa vicenda della pandemia è stato tutt’altro che tempestivo ed efficace. Capisce chiunque che in assenza di queste linee guida era impossibile per il Comune attuare misure organizzative per la riapertura delle scuole di competenza comunale e questo ha comportato un aggiornamento della conferenza dei servizi come convenuto unanimemente con i partecipanti”.

“Governo dei balocchi”. Per quanto riguarda poi i centri estivi, “solo alla fine del mese di giugno il Governo ha emanato il bando per tali servizi facendo conoscere l’importo ad ogni Comune solo nel mese di luglio inoltrato e chiarendo solo qualche settimana fa come poter spendere queste risorse. Anche qui è ovvio che in mancanza di risorse ed informazioni tempestive è difficile operare in un quadro emergenziale caratterizzato dall’incertezza e dall’improvvisazione del nostro Governo nazionale. Quindi ci troviamo a confrontarci con un Governo dei balocchi che naviga a vista e la cui preoccupazione è delegare la responsabilità ai livelli di governo più vicini ai cittadini, i Comuni, rispetto alle ovattate stanze ministeriali romane”.

Riapertura scuole e campi estivi a Vibo, il Pd attacca: “Giunta dei balocchi”