Emergenza rifiuti a Ricadi: multate otto persone grazie alle fototrappole

Rimossa questa mattina, inoltre, la discarica creatasi ai bordi del parcheggio della spiaggia di Grotticelle

Allo scopo di fronteggiare l’emergenza rifiuti, che interessa anche il territorio di Ricadi, nel Vibonese, l’Amministrazione comunale sta svolgendo da alcuni giorni attività sia di tipo preventivo che repressivo. Per rendere più incisivo il contrasto ai contravventori, e quindi all’accumulo di mini discariche e aumento di frazione indifferenziata, nella settimana scorsa sono stati installati dispositivi foto e video di controllo in punti critici del territorio.

Multate otto persone e sanzionata la ditta che gestisce la raccolta

“Tali apparecchi – si legge in una nota del Comune – hanno permesso alla Polizia municipale di identificare otto autori di infrazioni al regolamento comunale sui rifiuti e di comminare loro le sanzioni previste per l’abbandono di rifiuti sul suolo pubblico. L’installazione di videocamere e fotocamere continuerà in questi giorni in modo da creare un deterrente alla commissione di future infrazioni. Dall’altra parte, ieri 30 luglio, con determina numero 88, il responsabile dell’Area tecnica ha applicato una penale alla ditta affidataria del servizio di raccolta integrata dei rifiuti solidi urbani a causa di una parziale, mancata raccolta di frazioni differenziate in alcune strutture turistiche nei giorni 16,17 e 18 luglio”.

Rimossa la discarica nel parcheggio di Grotticelle

La ditta stessa è stata altresì invitata a rimuovere la discarica creatasi, appena due giorni dopo la pulizia straordinaria dell’area, ai bordi del parcheggio della spiaggia di Grotticelle. “La nuova pulizia e rimozione – informa l’Amministrazione – sono state effettuate stamattina. La Polizia municipale inoltre, con la collaborazione dei dipendenti della ditta, sta indagando per risalire ai titolari dei rifiuti abbandonati così da poteri sanzionare.

Unica soluzione differenziare il più possibile

“Considerato che la situazione del conferimento rifiuti resta critica in tutta la regione, e considerato anche che con il mese di agosto le presenze turistiche sono destinate ad aumentare, si ricorda che l’unico modo per prevenire l’emergenza rifiuti – conclude la nota a firma del commissario Manuela Romanò – è quella di differenziare correttamente e nel maggiore percentuale possibile. Titolari di esercizi commerciali, operatori turistici, visitatori e residenti dovranno collaborare fra loro e con l’amministrazione comunale allo scopo di eseguire alla lettera quanto previsto nel calendario di raccolta. Ciò considerando che nel mese entrante saranno intensificati i controlli di polizia municipale e le attività di prevenzione e repressione degli illeciti ambientali”.