Musica: morto Joe Porcaro, patriarca della famiglia calabrese che fondò la band dei Toto

Oltre che percussionista è stato anche insegnante e fondatore del Los Angeles College of Music di Pasadena, in California

Il musicista Joseph “Joe” Porcaro, famoso batterista jazz e padre dei tre fratelli fondatori della rock band dei Toto, è morto all’età di 90 anni. La notizia della scomparsa, avvenuta al mattino di lunedì 6 luglio, è stata annunciata dalla famiglia su Facebook:”La famiglia Porcaro ha il cuore spezzato per annunciare la scomparsa del nostro amato patriarca Joe Porcaro.

Circondato dalla moglie Eileen e dalla sua famiglia, Joe si è spento pacificamente nel sonno il 6 luglio”. Era nato a Hartford, nel Connecticut, il 29 aprile 1930, figlio dell’emigrato calabrese Giuseppe Porcaro, originario di San Luca (Reggio Calabria), anch’egli percussionista autodidatta, e da madre campana, che arrivarono negli Usa prima della Grande Guerra.

Joe Porcaro era il padre del batterista Jeff (1954-1992), del tastierista Steve (1957) e del bassista Mike (1955-2015) che facevano parte dei Toto, il celebre gruppo nato nel 1976 a Los Angeles. Come session man, il patriarca della famiglia di musicisti ha partecipato alla registrazione di quasi tutti gli album dei Toto, tra i quali “Turn Back” (1981), “Toto IV” (1982), “Isolation” (1984), “Fahrenheit” (1986), “The Seventh One” (1988) e “Kingdom Of Desire” (1992). Oltre che percussionista è stato anche insegnante e fondatore del Los Angeles College of Music di Pasadena, in California.

Joe Porcaro ha suonato in dischi di Nancy Sinatra, Pink Floyd (“The Wall”), Stan Getz, Gerry Mulligan, Freddie Hubbard, Don Ellis, Frank Sinatra, Sarah Vaughan, Natalie Cole, The Monkees, Gladys Knight e Madonna. Ha partecipato alla realizzazione di diverse colonne sonore cinematografiche, insieme a James Newton Howard, John Williams, Jerry Goldsmith, James Horner, Danny Elfman, John Frizzell ed al figlio Steve.