Bandi contestati al Comune di Vibo, Scrugli fa proseliti nelle opposizioni

“Non è questo il tempo dell’improvvisazione -attacca la minoranza – ma di risposte chiare e precise”

“Legittima e condivisibile la constatazione della Consigliera Scrugli in merito al fatto che sui bandi pubblicati dall’Amministrazione Comunale si sia “spostata l’attenzione sugli equilibri politici piuttosto che concentrarsi sui bisogni sociali ed umani degli interessati”. Lo scrivono in una nota tutti i gruppi di opposizione in Consiglio comunale.

“Medesimo sentimento di “sconcerto” -proseguono – alberga nelle opposizioni per la mancata risposta da parte dell’Ente ai legittimi interrogativi posti sulle questioni rimaste irrisolte che attengono al corretto ed efficace utilizzo di fondi pubblici europei”.

“Siamo del parere che l’assistenza non possa essere elusa con la formula della consulenza e che precisi chiarimenti debbano giungere. Ci auguriamo che il Comune sin da ora rinunci alla possibilità,prevista dal bando,di tenere a disposizione due o più figure professionali per l’ufficioodi piano,le mansioni,a tutte le figure professionali,devono essere assegnate unicamente dal coordinatore esclusivamente per come previsto dal capitolato”.

“Non è questo il tempo dell’improvvisazione -conclude la minoranza – ma di risposte chiare e precise che riteniamo dovute soprattutto in tempo di emergenza sanitaria ed in considerazione del fatto che i bandi in questione, sono stati pubblicati “col favore delle tenebre del Covid-19, ovvero nel momento in cui ogni discussione nella sede Istituzionale preposta era impedita”.