Duplice omicidio a Davoli, chiesto l’ergastolo per il reo confesso

Il gup del Tribunale di Catanzaro Matteo Ferraro ha aggiornato l’udienza al prossimo 27 maggio, giorno della discussione del legale difensore dell’imputato

Al termine della requisitoria in cui ha ripercorso gli atti di indagine, il pm Chiara Bonfadini ha chiesto il massimo della pena, l’ergastolo per Giuseppe Gualtieri,  accusato di aver ucciso nel dicembre 2018  l’ex moglie Francesca Petrolini, 53 anni e il nuovo compagno Rocco Bava,43 anni, in una tabaccheria del centro storico di Davoli, nel Catanzarese. Il gup del Tribunale di Catanzaro Matteo Ferrante ha aggiornato l’udienza al prossimo 27 maggio, giorno della discussione del legale difensore dell’imputato, l’avvocato Vincenzo Cicino.  E’ stato proprio Gualtieri a confessare il duplice delitto ammettendo le sue responsabilità nel corso dell’interrogatorio di garanzia, spiegando di non avere accettato la nuova relazione sentimentale della donna, da cui Gualtieri si era separato legalmente da quasi un anno. Secondo la ricostruzione dei fatti, l’imputato accecato dalla gelosia, sarebbe entrato nella tabaccheria dell’ex moglie che in quel momento si trovava con il nuovo compagno. Numerosi i colpi di pistola esplosi all’indirizzo della coppia. La proprietaria dell’attività è morta sul colpo, mentre Bava poco dopo l’arrivo dei sanitari del 118. L’uomo, residente a Simbario in provincia di Vibo Valentia, pur ferito in varie parti del corpo, avrebbe tentato una fuga disperata ma è stato raggiunto dal killer all’esterno della tabaccheria. (g. p.)



In questo articolo: