Coronavirus, l’Oms: “Il calo è lento, riaprire è un rischio”

Ranieri Guerra: “L’allarme resta massimo, la curva epidemica è solo in rallentamento, c’è un serbatoio di positivi asintomatici”

Nonostante i dati (blandamente) positivi sull’epidemia da Coronavirus in Italia, l’Oms – ber bocca del rappresentante italiano Ranieri Guerra – fa pressing per la massima cautela, quando si parla di riaperture e ‘fase 2‘. In sostanza, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il calo della curva pandemica è ancora troppo lento, e quindi allentare le  misure è un rishio.

Coronavirus, l’allarme resta massimo

“Non credo che il governo intenda proporre azioni che non siano dettate dalla massima prudenza e dal dato oggettivo a oggi – dice Guerra al punto stampa in Protezione Civile – Siamo in un momento in cui in alcune zone del pianeta si comincia a vedere la luce, in altre no, e sono zone che ci sono abbastanza vicine. Il livello di allarme è tuttora massimo. Il fatto che le misure abbiano avuto un riscontro preciso, che ci conforta sull’efficacia, ci dice che è ovvio che continuare con queste misure ci può portare all’abbattimento della curva”.

CONTINUA A LEGGERE QUI