Coronavirus, positivo anche anziano morto a Pizzo: tre le vittime del Vibonese in 24 ore

Il computo complessivo dei decessi sale a quattro. Due morti sono di Serra San Bruno ed un terzo di Fabrizia. Sessantacinque, invece, i contagiati

Sono sessantacinque le persone risultate positive al Coronavirus in provincia di Vibo Valentia. Quella di ieri è stata una giornata nera, la più difficile in assoluto per il territorio provinciale con ben tre vittime: due di Serra San Bruno (ricoverati rispettivamente a Vibo e a Catanzaro) e un uomo di Pizzo Calabro – la moglie e il figlio di quest’ultimo avevano già contratto la malattia – deceduto due giorni fa per un malore nella sua abitazione dove i sanitari del 118 lo avevano trovato cadavere, e risultato positivo al tampone effettuato successivamente sul suo corpo privo di vita. Se a questi morti si aggiunge il sessantaduenne di Fabrizia le vittime del Covid-19 nel Vibonese diventano quattro.

E non è finita qui: la giornata appena trascorsa ha fatto registrare quattro casi positivi a Cassari, frazione di Nardodipace, tre a Fabrizia, uno a Filadelfia e Francavilla Angitola.

I dati aggiornati. Ecco il computo complessivo dei contagiati: 9 persone a Vibo città, 5 nella frazione di Piscopio, 4 a Longobardi, 13 a Serra San Bruno, 2 a Mesiano di Filandari (ormai guariti), 16 Fabrizia, 3 a Pizzo, 2 a Parghelia, 2 a Francavilla Angitola, 4 a Cassari, uno a Filadelfia, più i soggetti positivi di Maierato, Briatico, Ricadi, Nicotera,