Coronavirus, la ripartizione dei buoni spesa nei 50 comuni del Vibonese

A Vibo Valentia erogati 248mila euro. A Pizzo arriveranno oltre 78mila euro, mentre a Tropea 55mila euro. Le cifre Comune per Comune

L’ultimo decreto del presidente del consiglio dei ministri ha previsto lo stanziamento di 400 milioni di buoni spesa per far fronte all’emergenza coronavirus. Una ripartizione che tiene conto anche dell’indicatore demografico

Ecco la ripartizione nei cinquanta comuni del Vibonese:

Acquaro. 22.202

Arena. 12.564

Briatico. 42.081

Brognaturo. 7.762

Capistrano. 9098

Cessaniti. 31.106

Dasà. 10.626

Dinami. 20.488

Drapia. 17.064

Fabrizia. 21.680

Filadelfia. 48.208

Filandari. 18.047

Filogaso. 13.367

Francavilla Angitola. 17.731

Francica. 16.656

Gerocarne. 20.889

Ionadi. 41.432

Joppolo. 18.451

Limbadi. 33.807

Maierato. 19.297

Mileto. 65.460

Mongiana. 6.724

Monterosso Calabro. 13.953

Nardodipace. 12.469

Nicotera. 59.111

Parghelia. 11.331

Pizzo. 78.785

Pizzoni. 10.282

Polia. 8.188

Ricadi. 43.515

Rombiolo. 43.365

San Calogero. 39.090

San Costantino Calabro. 20.912

San Gregorio d’Ippona. 25.524

San Nicola Da Crissa. 12.027

Sant’Onofrio. 26.676

Serra San Bruno. 64.150

Simbario. 8.526

Sorianello. 11.108

Soriano Calabro. 23.223

Spadola. 7.183

Spilinga. 13.621

Stefanaconi. 21.121

Tropea. 55.567

Vallelonga. 7.386

Vazzano. 8.895

Vibo Valentia. 248.869

Zaccanopoli. 6.168

Zambrone. 17.660

Zungri. 19.564