Coronavirus a Vibo, il Pd chiede chiarezza al commissario dell’Asp

Il segretario provinciale Vincenzo Insardà: “Poche informazioni sulla gestione, molti ringraziamenti alla politica”

“Invitiamo il commissario dell’Asp di Vibo Valentia Giuseppe Giuliano ad una gestione più chiara e trasparente di questa fase dell’emergenza in modo che ci sia un’informazione completa e rispondente alla realtà. Riscontriamo, infatti, che finora così non è stato. Ci riferiamo al fatto che diversi sindaci non sono informati dell’esito dei tamponi effettuati sui territori di competenza, ma anche alla carenza di dispositivi di protezione individuale nell’ospedale di Vibo Valentia”. E’ quanto dichiara in una nota il segretario provinciale del Partito Democratico Vincenzo Insardà.

“Ancora non si sa – aggiunge Insardà – se e quando verranno attivati i 40 posti letto e i 10 posti di Terapia sub-intensiva all’ospedale di Tropea, oltre ai 5 posti di Terapia sub-intensiva all’ospedale di Serra San Bruno. Oltretutto, per come sta emergendo sulla stampa, in quest’ultimo caso si starebbe assistendo ad un depotenziamento proprio in questo momento cruciale. Mettendo insieme tutte queste situazioni ne esce un quadro poco rassicurante, caratterizzato da incertezze, dubbi e pessimismo da parte della popolazione. Stupisce, inoltre, il comportamento del commissario dell’Asp così silente rispetto a questioni gestionali e cosi loquace nel ringraziare (ma poi perché?) i parlamentari del centrodestra”.

“Siamo consapevoli – conclude la nota del Partito democratico – che questo è il momento del lavoro e dell’impegno nella trincea sanitaria e non certo del dibattito politico e proprio per questo rigettiamo questo clima di confusione. Dal canto nostro, resteremo sempre vigili e, se riscontreremo il persistere di azioni che non vanno nel senso della garanzia del diritto alla salute per tutti i cittadini della nostra provincia, interpelleremo il ministro alla Salute Roberto Speranza facendogli presenti incongruenze e ritardi e chiedendogli di adottare tutte le determinazioni conseguenti”.