Coronavirus, 30 siciliani bloccati a Villa: ad ospitarli un hotel di Reggio

Hanno dormito tutti nei locali dell’albergo Excelsior, ovviamente chiuso per le recenti disposizioni governative. Ieri sono stati tutti denunciati

E’ stato l’Hotel Excelsior di Reggio Calabria ad ospitare la scorsa notte 30 viaggiatori siciliani bloccati dalle forze dell’ordine a Villa San Giovanni. La struttura è stata riaperta appositamente per ospitarli su decisione delle massime autorità dello Stato, la Protezione Civile Nazionale che sta gestendo l’emergenza Coronavirus e la Prefettura di Reggio Calabria.

Il Grand Hotel Excelsior era ovviamente chiuso, ma le autorità ne hanno disposto la riapertura appositamente per ospitare i viaggiatori siciliani che erano stati bloccati a Villa San Giovanni. A spese dello Stato. Ieri sono rimasti tutto il giorno in città, controllati dalle forze di polizia: in mattinata hanno effettuato il checkout in albergo, e poi hanno atteso le procedure della Questura che ha provveduto a registrarli e identificarli perchè sono stati tutti denunciati per presunta violazione della norma che vietava di mettersi in viaggio “senza validi motivi”. Ovviamente hanno tutti contestato la denuncia, considerando più che valida la motivazione di dover rientrare nell’unica abitazione di residenza dopo la chiusura di attività lavorative che li vedeva impegnati fuori dalla loro Regione.