La domenica dei calabresi: il pranzo ai tempi del Coronavirus

Oggi ci saranno a tavola, lasagne, fileja, polpette al sugo. E voi cosa state cucinando?

Le buone abitudini domenicali delle famiglie calabresi rimangono intatte, con o senza coronavirus. Almeno, le abitudini culinarie. E sì perchè se non sarà possibile ritrovarsi a tavola nel classico pranzo insieme ai parenti e se non sarà possibile consumare dolci e pasticcini acquistati in pasticceria, i preparativi rimangono comunque.

Nonne e mamme, ma anche i tanti uomini che si dilettano ai fornelli. I piatti più succulenti che i calabresi consumeranno oggi a tavola vanno dalla lasagna, alla pasta al forno, alle tagliatelle, dalle fileja preparate in vari modi, alle polpette con il sugo. E poi ancora: tanta carne, i “pipi e patati”, le verdure ed i fagioli. Questi, riassumendo, i piatti della tradizione che i calabresi mangeranno a tavola magari davanti ad un buon bicchiere di vino.

E c’è anche chi, tra i più estrosi e pazienti, approfitterà per pensare già oggi ai dolci da preparare per la festa del papà e per la festa di San Giuseppe in programma entrambe giovedì 19 marzo.

Perchè, nonostante il coronavirus e le limitazioni di questi giorni anomali, il pranzo domenicale rimane un “must” tutto italiano e anche calabrese.