Coronavirus, falso allarme all’ospedale di Vibo: paziente negativo al tampone

A far scattare il protocollo il fatto che la donna aveva avuto contatti con una nuora che proveniva dalla Lombardia, la regione con il maggior numero di contagi

E’ arrivata ieri pomeriggio, in ambulanza, all’ospedale di Vibo Valentia con febbre alta e con una brutta polmonite. E fin  qui ci può anche stare. Il protocollo d’emergenza è scattato quando la donna (residente a Mileto) ha raccontato ai sanitari che sua nuora era rientrata da Milano da poco tempo e che lei ha incominciato ad accusare i primi sintomi influenzali nei giorni successivi. La signora è stata immediatamente ricoverata al reparto Malattie Infettive dello “Jazzolino” ed è stata sottoposta al tampone, inviato poi al presidio ospedaliero di Catanzaro per le verifiche. 

Contestualmente i componenti dell’equipe del 118 che si erano recata a prelevarla a casa sono stati invitati a porsi in quarantena volontaria. Insomma, è scattato l’allarme. Ore di apprensione durate tutta la notte visto che solo questa mattina presto è stato comunicato il responso negativo del tampone. La donna non ha contratto il coronavirus. L’attenzione, comunque, rimane alta.