Al liceo Scientifico di Soriano inaugurato il laboratorio multimediale (VIDEO)

Il dirigente scolastico Giuseppe Guida: ” L’obiettivo è quello di sviluppare le competenze digitali degli studenti”

Al liceo scientifico “Niccolò Machiavelli” dell’Istituto OmniComprensivo “Ferrari – Machiavelli” è stato inaugurato il nuovo e attrezzato laboratorio multimediale. L’istituto, inoltre, alla presenza del sindaco Vincenzo Bartone, del vice sindaco di Sorianello, Carmine Mangiardi e del consigliere regionale Vito Pitaro, ha siglato una convenzione con Aica (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico) divenendo centro di competenza e sede di esame autorizzata.




Il dirigente scolastico, Giuseppe Guida, dal canto suo, ha rimarcato l’importanza dell’innovazione tecnologica nella scuola e il valore di una certificazione informatica, capace di guardare non solo agli studenti ma a tutta la comunità. “L’obiettivo, infatti, tradotto all’interno di un piano di miglioramento che consentirà certificazioni importanti – ha spiegato – è quello di sviluppare le competenze digitali degli studenti e tutti i cittadini sorianesi che vorranno conseguire certificazioni informatiche europee attraverso percorsi Ecdl”.

A coordinare il progetto la Prof.ssa Emanuela Perri. Ad affiancare la prof.ssa Perri c’è Prof.ssa Angela Eleonora Fortuna le quali tengono corsi per le certificazioni e somministrano esami essendo supervisori e docenti AICA. Renato Marafioti, presidente associazione culturale “Format – Test center Capofila Aica” e presidente sezione territoriale Aica Calabria, ha, quindi, illustrato le certificazioni Ecdl Full Standard, Advanced, Digital Marketing, Cyberscudo, Information Literacy e Informatica Giuridica, soffermandosi sulle competenze e nuove professionalità richieste nel mondo della scuola e del lavoro.

“È un progetto importante per l’intera comunità – ha dichiarato Vincenzo Bartone – un obiettivo per cui non ho esitato a spendermi in sinergia con il dirigente scolastico, al quale riconosco la straordinaria capacità di carpire e sviluppare opportunità culturalmente qualitative, per i nostri plessi”.