Prende la compagna a calci e pugni, divieto di avvicinamento per un 30enne

Contestati i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, per episodi che duravano dallo scorso agosto

Ha preso la compagna con calci e pugni, non esitando ad usare violenza anche durante la gravidanza. Così nella giornata di San Valentino, un uomo di 30 anni è stato raggiunto dal divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

I reati contestati sono maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, per episodi che duravano dallo scorso agosto. Il lavoro degli uomini dell’Upgsp e la velocità nelle indagini ha consentito al gip del Tribunale di Crotone di emettere un’ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, impedendo che questa situazione di continue violenze potesse andare avanti.