Nocciole calabresi nella Nutella, siglato l’accordo con la Ferrero

Sottoscritto l’accordo con la rete di imprese “Calabria in Guscio”. L’obiettivo è raggiungere entro il 2023 una superficie di 500 ettari di nuove piantagioni

A circa un anno dal lancio del “Progetto Nocciola Italia” promosso da Ferrero Halzelnut Company, divisione interna del Gruppo Ferrero dedicata alla nocciola, è stato siglato il primo contratto di filiera della Calabria. Lo rende noto la Cia-Agricoltori italiani.

“L’accordo – sottolinea una nota – è stato sottoscritto tra Ferrero Hazelnut Company e la società Kalnut s.r.l. rappresentante della Rete di imprese “Calabria in Guscio” che a oggi raggruppa 30 soci con attività che vanno dall’allevamento alle coltivazioni cerealicole, a cui ha presenziato Cia-Agricoltori Italiani della Calabria. Un passo importante che sancisce l’avvio di una collaborazione fortemente voluta da Ferrero, da Cia-Agricoltori Italiani e da tutti i retisti, che ha già visto nascere i primi impianti di nocciolo in Calabria, con l’obiettivo di raggiungere entro il 2023 una superficie di 500 ettari di nuove piantagioni sul territorio regionale”.

Alla firma erano presenti per la rete “Calabria in Guscio” Mario Caligiuri (amministratore della Kalnut s.r.l) e Franco Belmonte. In rappresentanza della Cia hanno partecipato il presidente regionale, Nicodemo Podella, il presidente e il direttore di Cia Calabria Nord, Luca Pignataro e Davide Vena e per l’Associazione Cia “Donne in campo”, Rosaria Talarico.