Baciamano a Berlusconi, il sindaco di Soriano: “Gesto di stima e cordialità”

Il primo cittadino del centro del Vibonese ha sottolineato che “tutto il resto è polemica squallida da parte della sinistra”

Non accetta gli appellativi che sono stati rivolti a lui dopo il baciamano a Silvio Berlusconi da esponenti politici di sinistra e non soltanto, Vincenzo Bartone, sindaco di Soriano, finito al centro di una vicenda mediatica per il gesto compiuto nei confronti del leader di Forza Italia. “Sono da sempre in FI -ha detto Bartone – ho fatto parte del direttivo provinciale, non ho mai cambiato bandiera. Nei confronti di Berlusconi quello è stato un gesto di stima e cordialità – ha precisato il sindaco di Soriano – rivolto a una persona anziana che considero un leader tra i migliori d’Italia e uno statista di fama internazionale. Il resto è pettegolezzo e politica squallida a cui si aggrappa una sinistra che non ha nulla da dire”. E infine: “Il mio operato è costellato da azioni coerenti. In tutti questi anni sono rimasto in FI senza mai chiedere o ottenere favori, né regalie per me, ma ho sempre ottenuto qualcosa per la mia comunità per la quale mi batto e mi confronto”.

La Calabria che si prostra, baciamano di un sindaco del Vibonese a Silvio Berlusconi