Libertazzi illude il Rende, Prezioso salva la Vibonese: il derby finisce in parità

Tutto nella ripresa allo stadio “Luigi Razza”. L’ex Juve segna e poi si fa espellere mentre l’ex Napoli trova l’uno a uno e nel finale i rossoblù falliscono il match-point

Il “Luigi Razza” non è più una roccaforte. Alla terza partita consecutiva nello stadio di casa, la Vibonese rischia un altro kappaò. I rossoblù si salvano in extremis grazie al rientrante Mario Prezioso, il cui terzo gol in campionato vale almeno un pari. Brodino caldo per Modica (in tribuna per squalifica) e primo punto per Pino Rigoli, nuovo allenatore del Rende. Colpaccio sfiorato con Libertazzi croce e delizia. L’ex Juve prima segna il gol del vantaggio nella ripresa e poi si fa espellere nel finale. La Vibonese non trova il colpo di coda e fallisce con Prezzabile la palla del clamoroso sorpasso proprio ai titoli di coda.

Primo tempo. Petermann impegna subito Savelloni che si salva con un miracolo sulla staffilata del playmaker rossoblù. Poi tanta noia e nessun sussulto per un primo tempo che scivola via senza alcuna palla-gol da segnalare.

Secondo tempo. Il match si accende nella ripresa. Una dormita collettiva permette a Libertazzi di infilare Greco per il provvisorio uno a zero. La Vibonese non ci sta e con Prezioso agguanta il pari. Savelloni è ingannato da una deviazione e i rossoblù fanno uno a uno. Finale concitato. Mahrous fa autogol ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Il Rende protesta ma tira un sospiro di sollievo. Poi Libertazzi si fa espellere e la Vibonese chiude in superiorità numerica. La palla del sorpasso arriva ai titoli di coda ma Prezzabile spreca una sorta di match point.