Genesi, un’ora di interrogatorio per l’ex consigliere regionale Tursi Prato

Accusato di aver corrotto il giudice Petrini per riottenere il vitalizio personale in seguito ad una vecchia condanna

A Salerno sono iniziati gli interrogatori di garanzia nell’ambito dell’inchiesta “Genesi” sui presunti processi “aggiustati” in Corte d’Appello a Catanzaro. Il giudice Petrini, tra i principali indagati, è stato tra i primi ad essere sentito dal gip di Salerno e in quattro ore di interrogatorio ha risposto a tutte le domande fornendo la sua versione dei fatti e respingendo le accuse.

Nella stessa giornata anche l’altro indagato “eccellente”, l’ex consigliere regionale Pino Tursi Prato, accusato di aver corrotto il giudice per riottenere il vitalizio personale in seguito ad una vecchia condanna, ha risposto per circa un’ora alle domande del gip assistito dal suo avvocato Franz Caruso. E davanti al gip è comparso per l’interrogatorio di garanzia anche l’avvocato Francesco Saraco, difeso dall’avvocato Giuseppe Della Monica del foro di Bologna.