Armi clandestine in casa, 28enne arrestato dai carabinieri

I carabinieri hanno rinvenuto, occultato all’interno di un bancone da bar, un fucile illegalmente detenuto e diverse munizioni

Stamattina, i Carabinieri della stazione di Agnana Calabra e dello Squadrone Cacciatori Calabria, hanno arrestato Nicodemo La Rosa, 28enne di Canolo, con l’accusa di detenzione di armi clandestine. In particolare, i militari dell’Arma, nel corso perquisizione domiciliare nell’abitazione del giovane, hanno trovato ben occultato all’interno di un bancone da bar un fucile illegalmente detenuto e diverse munizioni. Il fucile è stato sottoposto a sequestro mentre La Rosa è stato posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Analoghi rinvenimenti erano stati effettuati negli ultimi mesi dai militari del Gruppo Carabinieri di Locri nei territori di competenza della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio, della Stazione di Locri, e di Ardore dove i militari sempre supportati dai colleghi Cacciatori di Vibo Valentia, hanno rinvenuto altre armi. In un contesto come quello locrideo, assume ancora una volta notevole importanza l’impiego dei Carabinieri Cacciatori, reparto ad elevatissima specializzazione, che identifica in un’unica visione operativa procedure eminentemente militari e tecniche di polizia, secondo la migliore tradizione dell’Arma.