Armi all’interno del Parco regionale delle Serre, tre denunce

Sequestrati tre fucili con relativo munizionamento utilizzati per l’esercizio della caccia

La stazione Carabinieri forestale di San Vito Ionio, nel corso dei servizi predisposti per la repressione del bracconaggio, ha accertato che tre persone avevano introdotto all’interno del Parco regionale delle Serre nel comune di Cardinale armi e altri mezzi idonei all’abbattimento della fauna selvatica.

In particolare i militari, opportunamente appostati nel territorio montano del Parco, avendo sentito dei colpi d’arma da fuoco esplosi si portavano nelle località da cui provenivano gli stessi e, stazionando lungo una strada comunale tra i comuni di Cardinale e di Satriano, procedevano ad effettuare un controllo su due autovetture in transito. Dal controllo eseguito è stato riscontrato che sulle due autovetture transitavano tre soggetti, muniti della documentazione necessaria per l’esercizio della caccia e con tre fucili e relativo munizionamento a bordo.

Ai soggetti è stata pertanto contestata la violazione delle norme in materia di aree protette, che nello specifico, per ovvi motivi, vieta comunque l’introduzione da parte di privati di armi, esplosivi e di qualsiasi mezzo distruttivo o di cattura, se non autorizzato. Le armi e il munizionamento sono stati posti sotto sequestro e i tre soggetti deferiti alla competente Autorità giudiziaria.