Vibonese e Teramo deludono al “Luigi Razza”, la partita finisce a reti inviolate

Gara insolita per la squadra di mister Modica che non riesce per una volta ad essere prolifica in attacco

Scontro diretto in zona play off tra Vibonese e Teramo, due formazioni appaiate all’ottavo posto in classifica, entrambe a quota 23 punti. Le due compagini sono reduci da risultati diametralmente opposti in campionato: la Vibonese ha raccolto 3 punti da una straordinaria goleada ottenuta sul campo della Sicula Leonzio, un 2-7 peraltro successivo al 5-1 al Rieti di due partite prima.

Primo tempo. Fase di stallo nei minuti iniziali della partita. Il Teramo gioca compatto nella propria metà campo, per vedere i calabresi creare un’occasione bisogna aspettare il 23′ con Petermann che innesca Berardi, sulla cui conclusione si fa trovare pronto Tomei. Al 25′ risponde il Teramo con un tentativo di Arrigoni che si spegne di poco a lato. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. I padroni di casa tentano di rompere l’equilibrio: al 33′ va alla conclusione Berardi che vede però Tomei bloccare con sicurezza sul suo tentativo. Il Teramo ha la sua migliore chance nel primo tempo al 37′, con Costa Ferreira che arriva alla battuta a rete da buona posizione al limite dell’area ma è uno dei due difensori centrali calabresi, Malberti, a immolarsi nella respinta ed evitare guai al suo portiere. Al 43′ ancora Teramo al tiro, con Bombagi che ci prova con una conclusione che finisce ampiamente fuori. Da segnalare tre ammonizioni tra le fila degli abruzzesi, ammoniti al 27′ Martignago, al 40′ Ilari ed al 44′ Santoro.

Secondo tempo. Si riparte con due cambi messi in atto dalla Vibonese: Ciotti prende il posto di Altobello, Emmausso entra in campo in luogo di Allegretti. All’8′ cartellino giallo tra le fila dei padroni di casa, viene ammonito Tumbarello, mentre al 12′ il Teramo si rende pericoloso con un affondo di Martignago, sul successivo cross Bombagi arriva con un attimo di ritardo alla deviazione potenzialmente vincente. Un cambio anche per il Teramo al quarto d’ora, con Mungo che prende il posto di Santoro, al 18′ il portiere degli abruzzesi, Tomei, si oppone in due tempi ad un calcio di punizione battuto da Emmausso. Al 25′ ancora un cartellino giallo per il Teramo, sanzionato Cancellotti. Il risultato però non si sblocca. Ancora cambi al 28′: nella Vibonese fuori Prezioso per Pugliese e Taurino per Bubas, nel Teramo Florio prende il posto di Martignago. Al 31′ Tomei è ancora sicuro nel neutralizzare una conclusione di Emmausso, ma al 32′ è il Teramo a mancare il colpo del ko: grande assist di Costa Ferreira per Mungo, che a tu per tu con Mengoni si fa ipnotizzare dal portiere avversario, che evita il vantaggio abruzzese. Al 35′ ancora Teramo pericoloso con un colpo di testa di Florio che finisce di poco alto, poi al 38′ una gran botta di Tumbarello chiama Tomei al grande intervento. Prezzabile prende il posto di Petermann per l’ultimo cambio nella Vibonese, quindi 3′ di recupero che non cambiano le sorti del match: allo stadio Razza di Vibo Valentia i padroni di casa della Vibonese e il Teramo chiudono il loro confronto senza reti.