Drammatica resa dei conti in FI. Roberto Occhiuto: “Aspetto il candidato, poi deciderò se andar via”

Dopo le voci sulla candidatura alla Regione di Jole Santelli, il parlamentare cosentino prende le difese del fratello Mario: “Non è sotto processo”

“E’ grave che Forza Italia non difenda i suoi candidati: se non appoggia le sue figure apicali, allora cosa accadra’ al resto dei suoi dirigenti?”. Lo afferma all’Ansa, Roberto Occhiuto, vice presidente vicario dei deputati di Forza Italia, commentando notizie di stampa secondo cui il veto della Lega sul nome suo e del fratello Mario sarebbe passato al vertice del centrodestra. A chi gli chiede se fosse pronto a lasciare Forza Italia, Occhiuto replica: “Aspetto di vedere il candidato che ancora non c’e’, poi decidero’ il da farsi”. “Se e’ vero che c’e’ un veto della Lega sulla candidatura di mio fratello credo che sia del tutto pretestuoso e inaccettabile: tantissimi amministratori locali sono sotto processo, lui no. Quanto a me, sia chiaro che se dovessi scegliere tra il cognome e l’appartenenza politica, ovviamente sceglierei il cognome”. Cosi’ Roberto Occhiuto, vice presidente vicario dei deputati di Forza Italia, commenta con l’Ansa, il dibattito nel centrodestra sul candidato alle prossime regionali calabresi.