Zingaretti incontra Callipo: “E’ un pezzo da novanta che combatterà per la Calabria” (VIDEO)

Il segretario nazionale del Pd inizia il suo tour calabrese dall’azienda dell’imprenditore vibonese: “E’ la carta vincente”

Nicola Zingaretti utilizza una metafora pugilistica per lanciare la candidatura di Pippo Callipo alla presidenza della Regione Calabria:”Consiglio ai cittadini di mettere sul ring un pezzo da novanta che sa combattere le sue battaglie per i calabresi”. Sono le prime parole che il segretario del Partito democratico pronuncia nel corso della sua visita a Maierato nell’azienda dell’imprenditore vibonese. “Io penso – aggiunge – che dobbiamo voltare pagina. In Calabria ora è il tempo del lavoro e del riscatto. Nel mondo tantissimi calabresi stanno creando lavoro, ricchezza e prosperità. Questo penso sia una grande forza. Callipo è un simbolo di questa terra che ha scelto di creare qui ricchezza e lavoro. E’ il simbolo della Calabria che difende la Calabria”.




Per Zingaretti c’è quindi bisogno di un governo calabrese forte che difenda la Calabria innanzitutto “dal rischio del precipitare nell’abisso di una situazione economica e sociale drammatica di chi vuole vincere non perché ama questa terra ma perché vuole sottomettere la Calabria ai giochi politici nazionali”. Il segretario Dem precisa che Callipo non è il candidato del Partito democratico ma spera di tutto il centrosinistra compatto: “E’ un candidato che noi sosteniamo – sottolinea – perché aderiamo alla sua idea e alla sua necessità di allargare il più possibile il campo per garantire alla Calabria un futuro di crescita, di sviluppo, lavoro e legalità”.

Quanto ad Oliverio, Zingaretti dice: “Sono mesi, anche con diversi incontri personali, che chiedo a Mario di aiutarci perché il problema non è il nome ma creare le condizioni di allargare il campo con una proposta credibile che ora intorno a Callipo è possibile. Rinnovo quindi la richiesta di collaborazione a tutte le forze che si oppongono alle destre di unirsi rispetto a una personalità straordinaria che rende orgogliosa la Calabria in tutta Italia e in tutto il mondo. Callipo è la carta vincente”. L’appello sembra rivolto anche ai Cinquestelle: “Non possiamo – conclude il segretario – regalare questa terra bellissima alle destre e quindi mettiamo da parte gli egoismo. Quello che certo è che il simbolo del Partito democratico sarà accanto al nome di Pippo Callipo”.

E da Lamezia, nel corso di un incontro partecipato al T Hotel, il segretario del Pd rilancia: “Il rischio per la Calabria sono i populisti, bravi a rappresentare i problemi, ma non a risolverli. Loro raccontano i problemi delle persone, noi, invece, con Callipo, vogliamo provare a risolverli. Il lavoro – dice Zingaretti – è il cuore di quello che deve accadere in Calabria. Ed è importante aprire, rafforzare, rilanciare questa collaborazione con i sindacati, nella reciproca autonomia, affinché da quello che avverrà nelle elezioni regionali, il tema del lavoro sia centrale. I calabresi hanno e stanno rendendo ricco il mondo. Li trovi in tutta Italia in posizioni apicali. E noi dobbiamo ricostruire una speranza, per fare in modo che chi vuole abbandonare la Calabria lo faccia perché convinto, per scelta, non perché costretto”. Per Zingaretti, quindi, “la stagione che deve aprirsi, deve avere anche questa ambizione. Ora dobbiamo ricostruire la speranza e combattere contro chi la speranza la vuole uccidere. C’è tanta paura legata ai problemi, ma è ignobile sfruttare questi problemi per raccattare voti: così si affossa la democrazia”.