La crescita degli e-commerce rilancia la Calabria

Lo shopping online diventa una risorsa per l’economia del Sud

Le festività natalizie si avvicinano, ma quest’anno siamo quasi certi del fatto che ci sarà un incremento degli acquisti online. Nel 2019, infatti, la spesa relativa allo shopping sul web è stata di circa 31,6 miliardi di euro. Stando ai dati rilasciati dall’Osservatorio eCommerce B2c della School of Management del Politecnico di Milano, vi è stata una crescita del 15% rispetto all’anno precedente.

Questo dato va letto insieme ad un altro molto incoraggiante per la crescita economica del Sud del Paese, che di solito quando si parla di economia viene sempre considerato il fanalino di coda. Parliamo cioè dell’aumento dei negozi online che ormai sono più di 20 mila. La Calabria, insieme alla Campania e l’Abruzzo, è una delle regioni che sotto questo profilo è cresciuta ad un ritmo più sostenuto nell’ultimo anno.

I dati di InfoCamere e Unioncamere ci dicono anche che ci sono alcuni beni e servizi in crescita, come quelli che riguardano il tempo libero e il turismo. Molto gettonato è anche il settore dell’arredamento e degli elettrodomestici, ma non sappiamo se le tendenze potrebbero diversificarsi. In ascesa sono anche la vendita di medicinali e cibi.

In pole position restano, da un lato, l’informatica e l’elettronica e, dall’altro, l’abbigliamento e il beauty. Proprio nel campo della moda, l’offerta della rete è davvero ampia, perché si va dagli e-commerce che propongono i grandi marchi a quelli che vendono capi più commerciali, ma è possibile anche richiedere abiti fatti su misura. Senza considerare i siti specializzati nella stampa di magliette, ove si può decidere stile, colore e grafica.

Un altro fattore che è stato decisivo per la crescita economica virtuale riguarda la maggiore diffusione degli smartphone, che ha già contribuito, infatti, al consolidamento degli acquisti in rete. Il 40% del fatturato e-commerce deriverebbe proprio dall’utilizzo di dispositivi mobile.

In qualsiasi modo andranno le cose, la crescita della Calabria in termini di vendite online e di negozi virtuali fa ben sperare. Per un verso, infatti, ciò significa una maggiore digitalizzazione del Sud e per l’altro anche alla possibilità di esportare più prodotti Made in Italy anche al di fuori dei nostri confini.