Antonio La Cava e il suo bibliomotocarro. “Diffondo cultura con l’Apecar”

L’ex maestro, 74 anni, gira dal 1999 per le strade del Sud Italia promuovendo la lettura. “Spendo la mia pensione per regalare libri. Mi alzo ogni mattina alle 7, ma non sono un eroe”

Si definisce un ‘maestro di strada’, anche se lui maestro non lo è più da un bel pezzo. Antonio La Cava, lucano di Ferrandina, 74 anni, tuttavia, ha la scorza di quei sognatori capaci di compiere una rivoluzione copernicana, andando al di là di qualsiasi irrealistica ‘didattica per obiettivi’ e di ogni presunzione di ‘onnipotenza pedagogica’. Lui i libri non li impone, ma li regala, li offre e li presta, portandoli in giro per le piazze della Basilicata e di mezza Italia con il suo ‘bibliomotocarro’, un’Apecar a forma di casetta, ‘battezzata’ nell’ottobre del 1999 nel vecchio rione contadino del paese.

CONTINUA A LEGGERE QUI