Vibonese-Catanzaro, derby “blindato”: ecco il piano di viabilità e le misure di sicurezza

Al “Luigi Razza” si va verso il “tutto esaurito”: un migliaio di tifosi catanzaresi attesi. Oltre a gremire il settore gradinate riservato agli ospiti, potranno trovare posto in tribuna

Nell’avvicinarsi dell’attesissimo derby calabrese di Serie C Vibonese-Catanzaro, in calendario alle 17.30 di domenica 24 allo stadio “Luigi Razza”, è stata per tempo attivata la macchina organizzativa per le definizione di tutte le misure da attuare per consentire il sereno svolgimento della partita.
I rapporti tradizionalmente buoni tra le tifoserie, legate da gemellaggio, e la vicinanza dei due capoluoghi calabresi comporteranno un consistente afflusso di pubblico, tra cui un migliaio di tifosi catanzaresi, che oltre a gremire il settore gradinate riservato agli ospiti, potranno trovare posto in tribuna.

Il piano di viabilità. Per l’accoglienza e l’assistenza della tifoseria catanzarese, che giungerà in città perlopiù a bordo di autovetture private, il Gruppo Operativo Sicurezza, riunitosi in Questura nella mattina di mercoledì, ha discusso ed approvato un piano di viabilità le cui indicazioni sono state sostanziate con ordinanza comunale a firma del dirigente della Polizia Municipale. Tra le misure adottate, la conferma a partire dalle ore 14.00 della Zona a Traffico Limitato in via Piazza d’Armi, via S. Aloe nel tratto tra piazza Taverna e l’incrocio con via Piazza d’Armi, via Paparo, via Montale, via Moravia, via Pirandello e via Palazzeschi. In previsione dell’incapienza del parcheggio per le auto dei tifosi ospiti, che solitamente vengono sistemate nell’area di pertinenza della Scuola Allievi Agenti che conduce all’ingresso del settore Gradinata, sono state individuate, quali aree di sosta aggiuntive, il posteggio del Parco della Rimembranze, quello circostante il Pala Valentia e quello di via Assisi. La Polizia Municipale ha in proposito predisposto un servizio di instradamento delle autovetture in arrivo, con l’ausilio di parte dei 45 steward posti a disposizione della Vibonese, nonché di volontari dell’Associazione AgriAmbiente.

Il servizio d’ordine. Per far sì che, come in passato, il derby costituisca una festa dello sport, sarà approntato un adeguato servizio di ordine e sicurezza pubblica che sarà affidato ad un dirigente della Polizia di Stato, che disporrà di un congruo numero di personale della Questura con il concorso di militari della Guardia di Finanza e dei Reparti di rinforzo.
Particolarmente curate saranno le fasi del filtraggio e del prefiltraggio, per evitare che possano essere introdotti nel campo sportivo, oltre a striscioni non preventivamente autorizzati, petardi, fumogeni e ogni oggetto che possa essere strumento di turbamento dell’ordine pubblico: in proposito, malgrado che il servizio meteorologico preveda pioggia per il pomeriggio di domenica, si ricorda che non sarà consentita l’introduzione, oltre che di aste di bandiere, di ombrelli a punta.