Emergenza sanità a Vibo, i sindaci incontrano il dg dell’Asp: “I ritardi vanno superati”

I primi cittadini si sono riservati di promuovere, eventualmente ed in base alle evoluzioni dello scenario, una mobilitazione per la difesa del diritto alla tutela della salute.

Si è svolta, su convocazione del presidente della Conferenza dei sindaci Luigi Tassone e con il contributo del componente del Comitato ristretto di rappresentanza Raffaele Scaturchio, la riunione dei sindaci del Distretto di Serra San Bruno avente ad oggetto lo stato della Sanità nel Vibonese.

I sindaci si sono soffermati, nel dettaglio, sulla “grave situazione degli ospedali di Serra San Bruno e Soriano Calabro e sulle molteplici carenze della rete territoriale”. Anche in considerazione del particolare contesto storico-sociale, caratterizzato da possibili mutamenti degli equilibri politico-amministrativo e dell’assetto dirigenziale derivanti dalle prossime elezioni regionali, i sindaci hanno delegato Tassone e Scaturchio ad “un’attenta interlocuzione con il direttore generale dell’Asp di Vibo Valentia Elisabetta Tripodi al fine di superare i ritardi accumulatisi in merito a quanto già autorizzato con l’Atto aziendale, oltre che allo sblocco delle assunzioni” e a “vigilare sulle azioni che, sulla base di questa interlocuzione, dovranno essere messe in campo per dare risposte concrete agli utenti”.

I primi cittadini si sono riservati di promuovere, eventualmente ed in base alle evoluzioni dello scenario, una mobilitazione per la difesa del diritto alla tutela della salute.

Nelle prossime settimane, il presidente della Conferenza dei sindaci Luigi Tassone convocherà un incontro con i sindaci del Distretto di Tropea per “fare il punto sulla Sanità nel territorio di competenza e per individuare opportune determinazioni da adottare”.