Povero maschio, soffre di calo degli spermatozoi

Otto italiani su 10 non si sono mai sottoposti a una visita dall’urologo, eppure i motivi per fare un check-in ci sono, a cominciare dal calo di spermatozoi nel liquido seminale, un marker della qualità di vita e un campanello d’allarme per varie malattie: per questo, nella Giornata Internazionale del Maschio celebrata dall’ Unesco, in occasione del convegno AndroDay, Fondazione PRO lancia «Semi di salute», la prima campagna nazionale di prevenzione per l’uomo.

CONTINUA A LEGGERE QUI